Baccalà fritto croccante ricetta di Nonna Teresa
0

Il baccalà fritto è un piatto croccante e gustoso, re indiscusso, nella tradizione campana, delle vigilie di Natale e di Capodanno. Oggi vi proporremo la ricetta, tipica campana, del baccalà fritto di ”nonna Teresa”.

 

I segreti della nonna

Per dissalare il baccalà bisogna tagliare il baccalà a pezzi e metteteli in ammollo, completamente immersi nella acqua fredda per 2 o 3 giorni, cambiando l’acqua ogni 8 ore, i tempi variano in base alla grandezza e al peso del pesce (in estate, è preferibile tenere in ammollo il baccalà in frigorifero). Sciacquate sotto l’acqua corrente i pezzi di baccalà e metteteli a scolare in una ciotola, in un luogo fresco.

Consumare il baccalà fritto ben caldo e croccante; può essere conservato, dopo averlo dissalato, in freezer e cotto all’occorrenza.

Per una doratura perfetta girare i pezzi di baccalà solo quando risulteranno ben dorati e tenerli distanti tra loro durante la cottura.

Da non confondere il baccalà con lo stoccafisso che non viene sottoposto alla salagione, ma solamente ad essiccatura.

Tempo preparazione: 10 min

Tempo cottura: 10 min

Dosi per: 4 persone

 

INGREDIENTI

Baccalà dissalato 650 gr

Farina “00” 30 gr

Per frittura

Olio di semi di arachide 500 ml

 

PROCEDIMENTO

lavare il baccalà, già dissalato, sotto l’acqua, scolarlo, tagliarlo a pezzetti ed asciugarlo accuratamente.

Infarinare uniformemente i pezzi di baccalà, eliminando la farina in eccesso..

Scaldare l’olio fino ad una temperatura di 180°/190°, in una padella a bordi alti e versare i pezzettini di baccalà, friggendo per 10 minuti e girando il baccalà fino ad ottenere una cottura e una doratura perfetta su tutti i suoi lati.

Quando i pezzi di baccalà risulteranno ben dorati, scolarli su dei fogli di carta assorbente per asciugarli.

Servire immediatamente il baccalà caldo accompagnato da fettine di limone.

Il piatto è servito, buon appetito!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

TOP

X